Saturday, January 23, 2016

l'orizzonte grigio, la cuginetta greta, i diritti per tutti

oggi son accadute tre cose, dal mio personalissimo punto di vista. in fondo c'è un filo rosso che le unisce.

stamani, rotolandomi nel letto, appena sveglio, ancora al caldo del piumone rinforzato, pensavo che mi stava srotolando addosso la visione nera del sabato mattina. la conosco bene, ormai. mi ha avvolto molte volte lo scorso, faticosissimo, anno. è il senso di non capacitarmi a trovar più senso. come se ormai non mi riuscisse di capire il perché son quivi, che ci faccio e soprattutto, con quale scopo. solo che questa volta mi è parsa grigia, la visione nera del sabato mattina intendo. proprio me la son vista addosso la cappa, che era meno nera del solito. come facesse traslucere della luce. e l'angoscia non fosse così angosciosa. come se sapessi che se anche non lo vedo, un qualche cazzo di senso e scopo ci dovrà pure essere.

poi, quasi improvviso, è arrivato il messaggio della mia cugggggggina. che mi annunciava che, puntualissima secondo i termini, era arrivata greta, la cuggggggginettta. ed è come se mi si fosse illuminato il tutto. ho provato, davvero, una specie di gioia che non mi aspettavo, una sorta di brivido emozionevole dolce. tecnicamente è la nascita che quasi ho atteso più di tutte le altre mi sia capitato di attendere, per interposti genitori. e soprattutto, per un attimo fugacissimo, ho come intravisto una serie di consecutio, in cui mi ci son trovato anche io, con tutte le mie perplessità e domande. e mi son sentito davvero trascinato nella sensazione di esser parte di un qualcosa di umanevolmente inevitabile. di nuovo: nonostante e chisssenefotte delle mie incertezze. con la fugacissima intuizione siano ugge che [mi] capitano, finalmente[?] consapevoli della propria finitezza, che nella vita si può "fallire" [senza rimaner agganciati troppo al senso stretto di questo termine] ma che questa possa essere uno dei miliardi di possibili divenire di uno che è comunque umankind. umanità, così come il virgulto con il più alto numero prospettive davanti, quale può essere una bimba venuta al mondo la mattina prima della prima luna piena dell'anno. un senso che fatico a trovare, disperante possa financo non esserci, ed un senso che andrà a cercar lei, piano piano, via via prenderà consapevolezza pure lei faccia parte di questa stranissima umankind. le auguro di non dover ceder troppo alla psicopippa solitaria, con tanto di post come questo, qualsiasi cosa saranno diventati i post quando lei sarà in età da psicopippa.

la cuginetta greta arriva con un corredo cromosomico che un po' più vecchio del mio e di quello dei suoi genitori. con una coscienza ed intelligenza che dovrà costruire giorno dopo giorno. ma con la coscienza e intelligenza collettiva che abbiamo costruito, tutti, anche per lei. e che se vorrà, fruirà come e quanto meglio.

anche per questa intelligenza e coscienza collettiva e comune sono così andato in piazza. #svegliaitalia. avevo già previsto di esserci. sono andato con un senso da ali ai piedi in più, pensando alla cuggggginetta. ci sono andato nonostante, nei "fallimenti", ci sia la presa di coscienza non riuscirò a costruir uno straccio di relazione con chicchessia, quindi nessuna greta e nessuna sensazione che - il suo papà mandria mi ha detto - non si riesca proprio spiegare cos'è [e quindi non ci provo nemmeno a scriverlo. so la sensazione di me che non la proverò]. ci sono andato perché estendere dei diritti è una cosa giusta, punto!, affrancata financo al concetto di relatività [con di controbalzo l'altra intuizione che uno dei possibili sensi all'esistenza possa essere riuscir a non dimenticarsela, 'sta cosa dei diritti: come il divenir concreto delle conquiste dell'intelligenza e coscienza collettiva]. ci sono andato anche per la cuginetta greta, quindi. che non le si è fatto trovar un mondo tanto messo bene. ma se si può far sì si possa metter un po' meglio - tra le millemila cose - allora tanto meglio.

cosicché possa dar il suo contributo anche lei, domani, a renderlo un poco migliore. perché è da quella parte che si va, a migliorar la coscienza e l'intelligenza comune. e la cosa interessante è che succede anche e nonostante il senso dei miei "fallimenti".

buon cammino, cuginetta greta.

No comments:

Post a Comment